«La vita non è quella che si è vissuta ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla» (Gabriel Garcìa Màrquez)

IN PRIMO PIANO

Visto l’andamento climatico di quest’estate, forse (e purtroppo) è utile riproporre questo articolo dell’anno scorso.

DA NON PERDERE
STORIE NELLA STORIA

I DIARI DI DANTE

DIARI DI DANTE: IL RACCONTO (prima parte)

AVVERTENZA Su PC e tablet, il testo del diario e le note sono visibili affiancate cronologicamente, mentre su smartphone le note appaiono alla fine di ciascun blocco. Gli elementi che nel testo dei diari sono sottolineati hanno hanno un collegamento esplicativo o fotografico nelle note. Se non diversamente

Leggi Tutto »

DIARI DI DANTE: IL RACCONTO (seconda parte)

Richiamato (1939) Nota introduttiva Da qui in avanti l’impostazione del racconto cambia. Il vissuto di Dante, sinora affiancato al solo correlato delle immagini e della cronologia internazionale, è ora raccontato in alternanza con due altri testimonianze lasciateci da qualcuno che ha condiviso con il papà quelle tragiche vicende:

Leggi Tutto »

DIARI DI DANTE: INTRODUZIONE

Il papà scrive i diari in maniera ordinata mentre si trova in Croazia nel 1942, impiegato in attività di presidio territoriale dei territori occupati dall’Italia, dopo l’invasione della Jugoslavia nel 1941. I diari sono tutti scritti alternativamente in prima o in terza persona e questa è una delle

Leggi Tutto »

Far rivivere i ricordi prima che siano cancellati dalle cose del tempo, conservare i luoghi nei quali non si può tornare perchè non ci sono più.

I primi anni,

i ricordi in bianco & nero...

con Milano dentro.

Le storie della storia,

la guerra di papà,

e la... mia guerra.

Le parole, i dialetti,

Zenevredo e dintorni,

treni e binari.

Il pallone,

l'Inter

e i campi d'una volta.

La musica.

Il calcestruzzo.

I problemi.