Al netto di ogni altra considerazione individuale, politica o scientifica sulla sospensione temporanea e cautelativa della somministrazione del vaccino AstraZeneca in alcuni paesi europei, vediamo in modo razionale e pragmatico cosa ha comportato tale decisione in Italia in termini essenziali e puramente numerici.

Se consideriamo la popolazione italiana ed i suoi “numeri della pandemia” attuali, abbiamo, con le inevitabili approssimazioni:

  • Abitanti:  60.000.000
  • Contagi giornalieri: 25.000, pari a 42 ogni 100.000 abitanti ( 1 ogni  2.400)
  • Ricoveri giornalieri: 1.250, pari a 2 ogni 100.000 abitanti (1 ogni 48.000)
  • Decessi giornalieri: 450, pari a 0,8 ogni 100.000 abitanti (1 ogni 133.333).

La sospensione della vaccinazione ha invece proporzionalmente determinato:

  • Abitanti interessati: 300.000 (convenzionalmente assunti come vaccinati in un unico giorno)
  • Contagi: 125
  • Ricoveri: 6
  • Decessi: 2.

I dati  elaborati sulla base dei presunti effetti collaterali letali causati dal vaccino AstraZeneca sulla popolazione cui è stata sospesa la vaccinazione (20 casi su 10 milioni di somministrazioni circa) dicono:

  • Abitanti interessati: 300.000 
  • Decessi: 0,6 (300.000 x 0,00020%, pari a 0,2 ogni 100.000 abitanti, 1 ogni  500.000).

Applichiamo ora tutto quanto visto alla Lombardia ed ai suoi “numeri della pandemia” attuali e abbiamo:

  • Abitanti:  10.000.000
  • Contagi giornalieri: 5.000, pari a 50 ogni 100.000 abitanti ( 1 ogni  2000)
  • Ricoveri giornalieri: 250, pari a 3 ogni 100.000 abitanti (1 ogni 40.000)
  • Decessi giornalieri: 90, pari a 0,9 ogni 100.000 abitanti (1 ogni 111.111).

La sospensione della vaccinazione ha invece proporzionalmente determinato:

  • Abitanti interessati: 60.000 (convenzionalmente assunti come vaccinati in un unico giorno).
  • Contagi: 30
  • Ricoveri: 1,5
  • Decessi: 0,54.

I dati  elaborati sulla base dei presunti effetti collaterali letali causati dal vaccino AstraZeneca sulla popolazione cui è stata sospesa la vaccinazione (20 casi su 10 milioni di somministrazioni circa) dicono:

  • Abitanti interessati: 60.000 
  • Decessi: 0,12 (60.000 x 0,00020%, sempre pari a 0,2 ogni 100.000 abitanti, 1 ogni  500.000).

Questi sono i dati, dai quali ognuno può trarre le sue considerazioni soprattutto nell’ottoca del rapporto costi/benefici. A  tal fine potrebbe aiutare l’estensione approssimativa della simulazione ad una popolazione europea di 300 milioni di abitanti, presso la quale sia stata egualmente sospesa la vaccinazione come da noi e applicando gli stessi parametri medi di contagiosità, ospedalizzazione e mortalità. Avremmo:

  • Abitanti:  300.000.000
  • Contagi giornalieri: 125.000
  • Ricoveri giornalieri: 6.250
  • Decessi giornalieri: 2.250.

La sospensione della vaccinazione ha invece proporzionalmente determinato:

  • Abitanti interessati: 1.500.000 (convenzionalmente assunti come vaccinati in un unico giorno)
  • Contagi: 625
  • Ricoveri: 31
  • Decessi: 11.

I dati  elaborati sulla base dei presunti effetti collaterali letali causati dal vaccino AstraZeneca sulla popolazione cui è stata sospesa la vaccinazione (20 casi su 10 milioni di somministrazioni circa) dicono:

  • Abitanti interessati: 1.500.000 
  • Decessi: 3 (1.500.000 x 0,00020% , sempre pari a 0,2 ogni 100.000 abitanti, 1 ogni  500.000).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *